More titles to consider

Shopping Cart

You're getting the VIP treatment!

Item(s) unavailable for purchase
Please review your cart. You can remove the unavailable item(s) now or we'll automatically remove it at Checkout.
itemsitem
itemsitem
Ratings and Book Reviews (1 11 star ratings
1 reviews
)

Overall rating

3.6 out of 5
11
5 Stars 4 Stars 3 Stars 2 Stars 1 Star
4 1 4 2 0

Share your thoughts

You've already shared your review for this item. Thanks!

We are currently reviewing your submission. Thanks!

Complete your review

All Book Reviews

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    Buono ma...

    Il debutto di Laura Purcel si fa leggere molto gradevolmente. La tripla linea temporale risulta efficace, aggiungendo profondità alla trama e il finale giunge (o almeno è giunto per me) in modo inatteso. Tre stelle e mezzo. Voto 7/10 Non di più perché ci sono alcune falle, la più grande delle quali sta nell ambiguità degli “Amici silenziosi”: rimaniamo infatti nel dubbio relativamente alla loro natura, maligna fin dall’inizio oppure dopo il climax del filo temporale del seicento? Ci sono prove a sostegno di entrambe le tesi, anche se l’autrice da un certo punto in poi pare dimenticarsi di alcuni indizi che ha seminato per strada e puntare dritta verso la prima delle due possibilità. Forse la verità sta in un connubio delle due cose, ma in questo caso è evidente come a livello narrativo manchi qualcosa. Resta anche la perplessità sul deus ex machina che, nella linea temporale ottocentesca, mette in moto la ruota degli eventi: la semplice apertura di una porta? Perché negli anni precedenti era sempre rimasta sigillata? Perché era stato esplicitamente richiesto che non venisse aperta? Mah. Qual è effettivamente il ruolo che il concetto di “sanità mentale” esercita sugli eventi? Romanzo che, a mio avviso, avrebbe quindi necessitato di una ulteriore revisione editoriale e di maggiore attenzione ai dettagli. Rimangono l’originalità dell’idea e le belle atmosfere create dall’autrice. Come pure, ahimè, tutti i se e i ma sulla la logica dei fatti.
11

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • WINDOWS