Skip to Main Content
Immagine di copertina

Finché non saremo libere. Le parole delle donne in Iran

Di Kobo Blog • maggio 21, 2024Letture consigliate

Da settimane in Iran migliaia di persone protestano contro il regime. Morti, feriti ed arresti non si contano, la polizia "morale" sta reprimendo nel sangue una lotta di libertà e giustizia. Da dove nasce questa ribellione? Che cosa chiedono le donne al governo di Teheran? Abbiamo selezionato alcune letture per comprendere la drammatica lotta del popolo iraniano.

Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi

Nei due decenni successivi alla rivoluzione di Khomeini, mentre le strade e i campus di Teheran erano teatro di violenze tremende, Azar Nafisi ha dovuto cimentarsi in un’impresa fra le più ardue, e cioè spiegare a ragazzi e ragazze esposti in misura crescente alla catechesi islamica una delle più temibili incarnazioni dell’Occidente: la sua letteratura. Il risultato è uno dei più toccanti atti d’amore per la letteratura mai professati – e insieme una magnifica beffa giocata a chiunque tenti di interdirla. «Il libro di Azar Nafisi è pieno di dolore e di nostalgia: amabile, spiritoso, fluido, talora ingenuo, spesso terribile; e piacerà, ne sono convinto, a moltissimi lettori e lettrici». Pietro Citati

Visualizza eBook

Ultimi giorni a Teheran di Donia Bijan

Quando Noor torna a Teheran dopo trent’anni, insieme a Lily, la figlia adolescente e ribelle, trova il suo Iran molto diverso da come lo ricordava. Solo il Café Leila – il ristorante che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni – sembra essere rimasto lo stesso. A gestirlo è ancora Zod, il padre di Noor, che ai clienti abituali offre non solo cibo, ma anche ristoro e risate, facendoli sentire a casa. Noor non immaginava che questo viaggio potesse essere per lei un ritorno al passato: invece, piano piano, si dovrà confrontare con le storie dei suoi antenati e affrontare la dolorosa vicenda di sua madre, uccisa quando Noor era adolescente. Donia Bijan riesce a tessere una trama che intreccia più generazioni, a tratti triste, a tratti divertente, con uno stile elegante capace di far assaporare ai lettori un’altra cultura, un’altra epoca, altre sfumature dell’animo umano…

Visualizza eBook

Ho nascosto la mia voce di Parinoush Saniee

Dopo lo straordinario successo di Quello che mi spetta, torna Parinoush Saniee, l’autrice che ha raccontato le donne iraniane e la loro lotta contro il fanatismo.
Ho nascosto la mia voce è un nuovo caso editoriale in pubblicazione in tutto il mondo, ma censurato in Iran. Le parole non dette di un bambino diventano un grido contro l’insensibilità e l’indifferenza. Perché spesso ci si dimentica del valore di un gesto, di una carezza, di un abbraccio. Spesso non si riconosce quanto sia meraviglioso quel fiore diverso da tutti gli altri, e per questo ancora più speciale.

Visualizza eBook

Tehran Girl di Mahsa Mohebali

Elham è l’avvenente segretaria di un uomo d’affari della Repubblica Islamica. È abituata a essere compiacente e carina, a venire considerata solo per il suo aspetto e a ricevere ordini, anche da se stessa. Ma quando il capo le rivela che suo padre, di cui si sono perse le tracce da venticinque anni, è vivo e abita in Svezia, la maschera da bambola crolla e riaffiora la bambina cresciuta in un covo di comunisti durante gli anni della rivoluzione. è stata lei a denunciare la famiglia con le foto che i pasdaran avevano trovato nel suo quaderno? O qualcuno si è servito di lei per far saltare la copertura dei genitori e porre fine alla lotta politica che li stava portando alla rovina?

Visualizza eBook

Finché non saremo liberi. Iran, la mia lotta per i diritti umani di Shirin Ebadi

Shirin Ebadi, la prima donna musulmana a ricevere il Premio Nobel per la Pace, ha ispirato milioni di persone nel mondo con il suo impegno da avvocato per i diritti umani, difendendo soprattutto le donne e i bambini dal brutale regime iraniano. Per questo il governo ha cercato di ostacolarla in tutti i modi, ha intercettato le sue telefonate, ha messo sotto sorveglianza il suo ufficio, l’ha fatta pedinare, ha minacciato lei e i suoi cari con metodi violenti e indicibili. Oggi Shirin Ebadi ci racconta la sua storia di coraggio e di ribellione contro un potere intenzionato a portarle via tutto – il matrimonio, gli amici, i colleghi, la casa, la carriera, persino il Premio Nobel – ma che non è riuscito a intaccare il suo spirito combattivo e la sua speranza di giustizia e di un futuro migliore

Visualizza eBook

La donna che leggeva troppo di Bahiyyih Nakhjavani

Nella Persia del 1800 Tahirih Qurratu'l-Ayn è diversa da tutte le altre donne: nata in una famiglia benestante, è stata cresciuta nella libertà di studiare e imparare. Bellissima, sensibile e curiosa, scrive poesie e discute di politica, tanto che la sua fama di letterata e ribelle si diffonde in tutto il Paese. Costretta alla fuga da un'accusa di omicidio, tiene in scacco la polizia dello Shah come se potesse prevederne le mosse. Quando infine viene catturata - dopo aver osato togliersi il velo in pubblico - il suo fascino e la sua saggezza confondono i nemici, suscitano l'amore dello Shah e scatenano l'ira terribile di sua madre. Ispirato alla figura realmente esistita di una famosa poetessa perseguitata per le sue doti letterarie, La donna che leggeva troppo fonde verità storica e leggenda in un romanzo emozionante e intenso, omaggio all'intelligenza e al coraggio di una donna libera e straordinaria.

Visualizza eBook

Il vento fra i capelli. La mia lotta per la libertà nel moderno Iran di Masih Alinejad

La storia raccontata in queste pagine coinvolgenti è quella di un donna che, come tantissime altre, ha subito le conseguenze nefaste della Rivoluzione iraniana sulle libertà individuali. Ma è anche una storia di riscatto, per far sentire la propria voce e per affermare la propria indipendenza rispetto alle imposizioni del moralismo islamico.In questa autobiografia seguiamo le vicissitudini che hanno portato l’autrice, nata in un paese di provincia da una famiglia conservatrice, a diventare una delle figure nel mondo più rappresentative del dissenso verso il governo degli ayatollah.È una storia che fa sperare e mostra un Iran variopinto, oltre le facili generalizzazioni. Ma anche un monito, soprattutto per le donne che aspirano a un mondo più libero e laico, di come questi colori possano presto sfumare nel grigio del conformismo religioso.

Visualizza eBook

Hai bisogno di contattarci?

If you would like to be the first to know about bookish blogs, please subscribe. We promise to provided only relevant articles.