More titles to consider

Shopping Cart

You're getting the VIP treatment!

With the purchase of Kobo VIP Membership, you're getting 10% off and 2x Kobo Super Points on eligible items.

Item(s) unavailable for purchase
Please review your cart. You can remove the unavailable item(s) now or we'll automatically remove it at Checkout.
itemsitem
See your RECOMMENDATIONS

Ratings and Reviews

Overall rating

3.7 out of 5
114
5 Stars 4 Stars 3 Stars 2 Stars 1 Stars
37 33 26 11 7

Share your thoughts

You've already shared your review for this item. Thanks!

We are currently reviewing your submission. Thanks!

Complete your review

All Reviews

  • 4 person found this review helpful

    4 people found this review helpful

    4 of 4 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    Assolutamente no

    Non sono solita recensire,tantomeno recensire negativamente. Solo che dal momento che questo libro l'ho acquistato,incuriosita dalla trama,penso di averne il diritto come ogni lettore. Il genere dark romance mi piace abbastanza,non sarebbe il primo libro che leggo ma onestamente questo non sono riuscita nemmeno a concluderlo. Non è così che si scrive un dark romance. Sorvolo sulla sintassi,grammatica e quant'altro ma la trama e il contenuto di questa storia sono così violenti,sporchi e volgari che sono incredula di fronte al fatto che sia stato scritto da una donna.Gli stupri e le violenze sono così al di sopra di ogni minima parvenza di romance che diventano davvero inutili e gratuiti.Non c'è la storia d'amore e trovo che l'idea che la protagonista possa avere un minimo sentimento romantico nei confronti dell'aguzzino sia una prepotente offesa nei confronti delle donne.Detto questo so che l'autrice è al suo primo libro e che questi è autopubblicato.Mi auguro che i successivi lavori siano di miglior gusto. Cordiali saluti
  • 3 person found this review helpful

    3 people found this review helpful

    3 of 3 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    Troppa violenza

    Questa storanon è adatta ai miei gusti. Non mi piace leggere di violenza sulle donne e sorattutto leggere che la protagonista di questo libro ama farsi massacrare dagli uomini. La curiosita mi ha fato sbagliare la scelta di questo libro.
  • 6 person found this review helpful

    6 people found this review helpful

    6 of 10 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    UN DARK ASSOLUTAMENTE DA LEGGERE!

    “La mia vendetta con te” è il primo libro di genere dark contemporary romance di Giovanna Roma e devo dire che già dal primo capitolo promette bene. Lettura scorrevole e fluida. Alcune scene possono disturbare il lettore più sensibile per la cattiveria e crudeltà delle vicende. I toni sono duri, i personaggi maschili sono indomabili e dinamici. Le loro descrizioni, però, assieme a quelle dei luoghi, sono perfettamente in linea con il genere. Il lettore vede tutto davanti a sé, in modo chiaro: violenze fisiche e psichiche, lotte interiori. E’ un libro a tratti aggressivo, dove il binomio amore-odio è un giro sulle montagne russe. Titolo e sinossi sono riduttivi, perché è un romanzo che mette, davvero, il lettore sotto sopra. Il POV è alternato tra cacciatore e preda e si nota anche il cambio di registro usato da Roma per passare da una psicologia all’altra. Maksim è un personaggio che, nonostante la sua malvagità, non si può odiare. Incuriosisce il lettore e porta a ricercare di più su di lui. Ho apprezzato la capacità narrativa di Roma, perché sa tenere il lettore incollato per sapere come andrà a finire. Mi domando se ci sarà un seguito. E’ un romanzo che consiglio a chi non si lascia intimidire facilmente e non cerca l’amore tenero.
  • 1 person found this review helpful

    1 people found this review helpful

    1 of 2 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    Carino

    Inizialmente ho fatto fatica. Appartenendo al genere dark mi aspettavo di leggere sensazioni e pensieri che in questo libro scarseggiano un po'. La protagonista sembra una marionetta che quasi non prova dolore nonostante le ripetute violenze. Ed è un peccato perché la storia, essendo forte, permetteva di colpire il lettore con i tanti elementi. Solo verso la fine ho trovato quello che cerco, quello che è mancato. Faccio i miei complimenti all'autrice perché in ogni caso ha saputo catturare l'attenzione e mettere curiosità. Nel prossimo romanzo spero di trovare le emozioni della protagonista già dall'inizio. In quel caso aggiungerò quella stella che qui è mancata. Se non disdegnate il linguaggio strong, ve lo consiglio.
114

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • WINDOWS