More titles to consider

Shopping Cart

You're getting the VIP treatment!

With the purchase of Kobo VIP Membership, you're getting 10% off and 2x Kobo Super Points on eligible items.

Item(s) unavailable for purchase
Please review your cart. You can remove the unavailable item(s) now or we'll automatically remove it at Checkout.
itemsitem
See your RECOMMENDATIONS

Ratings and Reviews

Overall rating

4.3 out of 5
4
5 Stars 4 Stars 3 Stars 2 Stars 1 Stars
2 1 1 0 0

Share your thoughts

You've already shared your review for this item. Thanks!

We are currently reviewing your submission. Thanks!

Complete your review

All Reviews

  • 0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

    Thanks for your feedback!

    Recensione di Emiliano Bezzon

    Vi propongo la recensione di Emiliano Bezzon: (di Emiliano Bezzon) Un poliziotto muore e sulla rete compare un sito clandestino e inquietante "www.cacciallosbirro.com", in cui si annunciano i bersagli di una misteriosa organizzazione che sta seminando il panico tra i poliziotti e sta gettando i semi di un inquietudine più ampia e generalizzata. Le indagini, serrate, dure e sempre ai limiti della legalità, sono condotte da due sbirri, legati anche da un particolare rapporto di amicizia. La verità che va via via dipanandosi è allarmante: si torna, ancora una volta, ad una delle pagine più nere della storia recente di questo Paese e cioè ai fatti del G8 di Genova... . tra centri sociali e gruppi antagonisti si sono incuneate organizzazioni particolari e sono sicuramente entrati in gioco anche i servizi segreti di diversi Paesi, in una guerra che è continuata anche negli anni a seguire. È appassionante, a tratti quasi angosciante, leggere di intrecci tra politica, servizi, polizia e gruppi antagonisti, tutti, probabilmente inconsapevoli, pedine nelle mani di un manovratore occulto. Il romanzo è un crescendo di tensione, che culmina con la scena apocalittica di una città invasa da centinaia di migliaia di manifestanti pronti a sovvertire ogni cosa, mentre la rete ha paralizzato i flussi di informazione e comunicazione, creando una situazione di assoluta fragilità e vulnerabilità delle istituzioni e della stessa democrazia, fino alla soluzione finale, imprevista e imprevedibile. Il ritmo narrativo è notevole, la descrizione investigativa puntuale e precisa, l'azione incalzante e spietata. L'epilogo è drammatico, eppure si ha come l'impressione di un dejavù...e la cosa più inquietante è proprio questa, cioè la consapevolezza di vivere in un equilibrio precario, che rimane tale per volontà di occulti poteri, che continuano a giocare un'interminabile partita a scacchi, che lascia cadaveri e disordini sul campo; ma è nel caos, nella violenza e nell'incertezza che i signori del male coltivano al meglio i propri interessi, sopra le teste di intere nazioni, inconsapevoli del loro ruolo di strumenti. Questo è il quinto romanzo di Massimo Fagnoni, cinquantaduenne bolognese con laurea di filosofia in tasca e la grinta di chi continua a scegliere la vita dello sbirro di strada.
4

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID
  • BLACKBERRY
  • WINDOWS