Skip to main content

Recommended For You

Loading...

Shopping Cart

You're getting the VIP treatment!

Item(s) unavailable for purchase
Please review your cart. You can remove the unavailable item(s) now or we'll automatically remove it at Checkout.
itemsitem
itemsitem

Ratings and Book Reviews ()

Overall rating

4.0 out of 5
5 Stars
2 reviews have 5 stars
4 Stars
0 reviews have 4 stars
3 Stars
0 reviews have 3 stars
2 Stars
1 reviews have 2 stars
1 Star
0 reviews have 1 stars

Share your thoughts

You've already shared your review for this item. Thanks!

We are currently reviewing your submission. Thanks!

Complete your review

All Book Reviews

  • Vlad non delude

    Andrea Gualchierotti è scrittore dalla penna capace, in grado di muoversi con sapienza tra miti, leggende e creature oscure, ma con Dracula, o meglio, colui che lo diventerà, il voivoda Vlad Dracul, si prende un bel rischio; perché il non morto transilvano è probabilmente tra le creature più rappresentate da narrativa, cinema, televisione ,fumetti e videogiochi. Da qui la doppia scelta: raccontare la genesi del vampiro, da un lato interpretandola con un punto di vista originale, dall'altro accettando però di immergere questo nuova visuale nel flusso della tradizione. Ecco quindi che le pagine portano il lettore a viaggiare nella Valacchia insanguinata, tra razziatori ottomani, mercenari spietati e nobili infidi, attori inconsapevoli, sullo sfondo di una terra crudele, della nascita tragica di uno dei mostri per eccellenza. Un racconto breve quello di Gualchierotti, forse anche troppo, perché le immagini vivide e la prosa efficace fanno venir voglia di andare ancora avanti, addentrandosi insieme al tormentato Voivoda nel suo incubo.

    Thanks for your feedback!

    0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

  • Intrigo, introspezione, orrore

    Intrigo, introspezione, orrore sovrannaturale. Sono queste le coordinate dell’ultimo lavoro di Andrea Gualchierotti, autore che seguo ormai da qualche anno. Sacramento di Sangue è un racconto lungo che trasporta il lettore a Târgoviște alla scoperta di Vlad III fra storia e mito. Personaggio suggestivo, noto per aver ispirato il personaggio di Dracula nell’omonimo romanzo di Bram Stoker, Vlad Țepeș è il vampiro per antonomasia. Ci troviamo nel solco di una tradizione letteraria fortunata. Gogol’, Goethe, Dumas, Gautier, Hoffmann, Merimee, Nodier, Maupassant. Il tema del vampiro richiama le penne più illustri dell’Ottocento e attinge a una varietà di spunti: superstizioni popolari, la documentazione dei secoli precedenti attestanti casi di vampirismo in tutta Europa e una simbologia che si rifà alle tradizioni manistiche del mondo antico. È possibile, al giorno d’oggi, narrare una storia in grado di affrancarsi dalla tradizione? Già dalla lettura del doppio prologo ci accorgiamo che Sacramento di Sangue è un lavoro che evita la trappola dell’inflazione letteraria. L’autore adotta una prospettiva storica che rilascia gradualmente l’elemento fantastico – e oscuro – della narrazione: con i suoi «castelli severi» e le «cittadine con i tetti appuntiti», la Valacchia che fa da sfondo alla vicenda è ricostruita con minuzia e diventa chiave interpretativa per apprezzare il senso di cambiamento trasmesso dalla vicenda. Un cambiamento che si declina sul doppio binario storico (la collisione fra l’Europa Occidentale e l’Impero Ottomano) ma anche a livello personale (il dramma di Vlad che tenta l’inevitabile disgregazione del proprio potere). Sacramento di Sangue è racconto ben congegnato, in grado di coinvolgere il lettore grazie allo sposalizio di un’ottima ambientazione con l’interiorità tumultuosa del protagonista. È la conferma positiva di un autore in grado di declinare la Storia secondo paradigmi personali del tutto originali.

    Thanks for your feedback!

    0 person found this review helpful

    0 people found this review helpful

    0 of 0 people found this review helpful

You can read this item using any of the following Kobo apps and devices:

  • DESKTOP
  • eREADERS
  • TABLETS
  • IOS
  • ANDROID