Abbiamo aggiunto questo articolo al carrello.
Il tuo $5 CREDITO applicato correttamente
OTTIENI SUBITO Sconto del $5 IL TUO PRIMO ACQUISTO

Altri titoli da considerare

Carrello

Sarai trattato da vero VIP!

Con l'acquisto dell'abbonamento Kobo VIP avrai lo sconto del 10% e il doppio di Kobo Super Points su determinati prodotti.

Prodotti non disponibili per l'acquisto
Controlla il carrello. È possibile eliminare uno o più prodotti, oppure verranno rimossi automaticamente prima del pagamento.
elementielemento
Valutazioni e recensioni del libro (3 5 classificazione a stelle
3 recensioni
)

Valutazione complessiva

3,4 fuori da 5
5
5 Stelle 4 Stelle 3 Stelle 2 Stelle 1 Stella
2 0 1 2 0

Condividi le tue opinioni

Hai già condiviso la tua opinione per questo articolo. Grazie!

Stiamo attualmente rivedendo la tua richiesta. Grazie!

Completa la recensione

Tutte le recensioni del libro

  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    Ottimo

    Consigliatissimo!! Una volta iniziato si fa fatica a chiudere il libro.
  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    Eccellente

    Questo non è esattamente il genere di libro che leggo di solito. Anzi, non lo è per niente. Eppure mi ha catturata, rapita ed emozionata, tanto da non mollare il mio Kindle per tre giorni, facendomi fare anche le ore piccole. E' una storia avvincente, mai banale, sempre di corsa, che ti trasporta dentro quei vicoli della città, la più bella del mondo, Firenze, quei locali affollati da quei noiosi figli di papà che faticano a stare in piedi da come sono fatti, e poi c'è lui Calisto, il bad boy che ogni ragazza detesta, ma dal quale non riesce a non esserne attratta. L'autore riesce a trasmettere perfettamente l'ansia di Calisto e le profonde insicurezze, che lui tenta di nascondere con abiti griffati e aria da duro, ma che poi si scioglie davanti a una ragazza "totalmente estranea al suo mondo". Si nota moltissimo una ricerca attenta su vari temi, economia, storia, finanza, persino i dialoghi sono molto curati, grazie anche a delle forme dialettali direi perfette. Insomma un bel 10 per questo autore emergente, che nulla ha da invidiare ai grandi e un grosso in bocca al lupo per il futuro.
  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    TROPPO COSTRUITO

    Dopo aver letto tutte recensioni entusiastiche di questo libro, mi aspettavo un capolavoro o quasi. Invece mi ha completamente deluso. Non che Melis scriva male, ma il racconto è risultato ripetitivo e confusionario. Si è poi voluto cimentare con vari dialetti e parlate. Non posso dire niente sugli altri, ma con il fiorentino proprio non ci siamo. I dialoghi in vernacolo sono tutti sbagliati, ha usato molte parole a sproposito e ne è venuta fuori una caricatura. Se uno vuole scrivere con un linguaggio che non gli appartiene, dovrebbe documentarsi meglio o farsi seguire da un editor competente in materia. Anche la descrizione di qualche zona della città è inesatta (Via Fiesolana non va a finire in Via degli Alfani ma in Via dei Pilastri) e alcune zone periferiche descritte come ritrovo per la droga sono in realtà luoghi tranquilli e non degradati. Il centro della città è descritto solo come elegante e aristocratico, senza far menzione dell'anima popolare arguta e irriverente che è parte integrante di Firenze.Il volto corrotto della città prende il sopravvento su tutto il resto, dando l'immagine di una Firenze che non corrisponde alla realtà. L'Autore, anche se ha vissuto a lungo a Firenze, non ne ha assorbito l'anima ed è rimasto un "forestiero". Per il resto i personaggi sono ben delineati e inseriti in quel mondo distorto degli anni '80 in cui narcotraffico e prostituzione proliferavano ovunque. Anche il protagonista Calisto ne rimane invischiato, desiderando raggiungere il potere illusorio della "bella vita". C'è da dire che non amo questo genere "noir/hard boiled" e forse è per questo che mi è sembrato un romanzo troppo costruito e un po' fasullo. Il titolo, però, è bellissimo.
5

Puoi leggerlo utilizzando uno qualsiasi dei seguenti dispositivi o una app Kobo:

  • DESKTOP
  • eREADER
  • TABLET
  • IOS
  • ANDROID
  • BLACKBERRY
  • WINDOWS