Altri titoli da considerare

Carrello

Sarai trattato da vero VIP!

Prodotti non disponibili per l'acquisto
Controlla il carrello. È possibile eliminare uno o più prodotti, oppure verranno rimossi automaticamente prima del pagamento.
elementielemento
elementielemento
Valutazioni e recensioni del libro (9 87 classificazione a stelle
9 recensioni
)

Valutazione complessiva

3,7 fuori da 5
87
5 Stelle 4 Stelle 3 Stelle 2 Stelle 1 Stella
23 31 19 8 6

Condividi le tue opinioni

Hai già condiviso la tua opinione per questo articolo. Grazie!

Stiamo attualmente rivedendo la tua richiesta. Grazie!

Completa la recensione

Tutte le recensioni del libro

  • 3 persona ha trovato utile questa recensione

    3 persone hanno trovato utile questa recensione

    3 su 3 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    Bellissimo!

    Normalmente recensisco per raccontarvi la mia opinione, questa volta invece lo faccio perché vorrei tanto che tutte voi leggiate questo bellissimo romanzo. Non dirgli che ti manca racconta la storia d’amore fra Isabella, ragazza come tante, e Denis, batterista di una rock band, i Bad Attitude. Entrambi hanno un passato da cui vogliono fuggire, entrambi hanno alle spalle una famiglia d’origine che non dà loro l’amore di cui hanno bisogno. Sono rimasta davvero affascinata dai due protagonisti. Isabella ha paura di essere tradita, di essere amata, di essere felice, perché teme che il bellissimo sogno che sta vivendo possa sgretolarsi e divenire un incubo dal quale non sia più in grado di risvegliarsi. Ha seri problemi di fiducia, non riesce ad esternare i suoi sentimenti e questo le causerà non pochi guai. Nonostante ciò Denis è l’ingranaggio che fa funzionare il suo cuore, senza il quale sarebbe solo carne e sangue. E per quanto riguarda lui? Donne, lui è uno spettacolo. È uno splendido ragazzaccio tatuato che le donerà tutto se stesso, senza che lei gli chieda niente, e lo fa non perché la situazione gli imponga di farlo, ma perché è ciò che vuole. Ripete più volte che non vuole vederla piangere, che le starà vicino benché non si fidi completamente di lui. Il loro non è un amore da fuochi d’artificio, una splendida esplosione come a capodanno, ma è più simile ad un fuoco che cresce lentamente in un camino, coltivato mettendo un ciocco alla volta, ma che irradia un tale calore che è davvero impossibile non sentirlo sulla propria pelle. Siamo di fronte alla classica storiella dove la fanciulla si innamora del bad boy in questione, guarda caso appartenente ad una rock band famosa? Assolutamente no. Isabella è una studentessa di medicina, che cerca di realizzare se stessa divenendo autonoma ed indipendente ed i BA sono una band emergente, la nostra protagonista li accompagnerà durante tutta la loro ascesa. Alessandra Angelini non solo ci fa innamorare di Isabella e Denis ma anche della loro splendida famiglia allargata, quella che si sono scelti e che non abbandoneranno mai e della quale non possono fare a meno, la band. Permettetemi dunque di presentarveli. La voce: Julien. Il lindor (ha usato proprio questo paragone) duro fuori e morbido dentro. La chitarra: PE, Pessimo Elemento, l’unico con la fede al dito, sposato con Cate, sorella di Julien, la tuttofare del gruppo, vera anima che li tiene uniti. Il basso: Nico, personaggio messo in ombra dai caratteri molto forti degli altri personaggi, ma con un potenziale davvero elevato. Come al solito mi sono dilungata troppo. Lo consiglierei? Assolutamente sì. In primo luogo perché l’autrice scrive divinamente, facendoci tenere sempre alta la concentrazione e non annoiandoci mai; in secondo, perché finalmente l’amore ed i sogni sono tangibili e reali, piccole gioie all’inizio ma che se coltivate a dovere possono davvero essere ciò per cui vale la pena vivere. Questa è una delle poche storie che ho mai letto che realmente potrebbe capitare, un giorno, ad ognuna di noi.
  • 1 persona ha trovato utile questa recensione

    1 persone hanno trovato utile questa recensione

    1 su 1 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    Non dirgli che ti manca

    Non mi ha entusiasmato. Inizialmente interessante poi perde qualcosa man mano che la storia fluisce lasciando tanta delusione e poca voglia di finirlo. Non lo consiglio. Noioso.
  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    Passare ad altra lettura

    Nonostante diverse recensioni cantino le lodi di qst libro, non sono riuscita ad andare oltre il capitolo 8. La storia è poco credibile, va bene il colpo di fulmine ma nel giro di poche pagine hanno già fatto ciò che dovevano. Anche lo stile non entusiasma, frasi sintetiche, discorsi vuoti. Dei personaggi nessuno crea la minima simpatia nei suoo confronti.
  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    BELLO

    un racconto bellissimo letto nel giro di due settimane
  • 0 persona ha trovato utile questa recensione

    0 persone hanno trovato utile questa recensione

    0 su 0 persone hanno trovato utile questa recensione

    Grazie per i commenti.

    non mi e piaciuto

    scritto male! un sacco di sotuazioni buttate là a caso senza sapere da dove arrivano senza pathos
87

Puoi leggerlo utilizzando uno qualsiasi dei seguenti dispositivi o una app Kobo:

  • DESKTOP
  • eREADER
  • TABLET
  • IOS
  • ANDROID
  • WINDOWS